2018, al via la campagna del nuovo anno

bollini del trasimeno 2018

Prende il via la campagna 2018 per i prodotti tipici e tradizionali del territorio del Trasimeno. Sono infatti disponibili i Bollini di Provenienza del Trasimeno per aderenti, affiliati e simpatizzanti che possono essere utilizzati per tutte le tipologie di prodotto. Con il 2018 Mostra Agricola Artiginale del Trasimeno e Bollino di Provenienza del Trasimeno si pongono come ambizioso obiettivo quello di raggiungere il milione di confezioni contraddistinte dal Bollino. La nuova certificazione compirà quest’anno il secondo anno di vita e si candida a crescere sempre di più per imporre sui mercati, nazionali e internazionali, il Trasimeno come una denominazione ambita e riconosciuta, degna di interesse e adeguato posizionamento.

Annunci

Al via nuove adesioni per il Bollino

foto-bollino

Tempo di autunno e, come anticipato, tornano le adesioni al Bollino di Provenienza del Trasimeno, certificazione la cui gestione è affidata alla Mostra Agricola Artigianale del Trasimeno. Il Bollino del Trasimeno programma la sua stagione autunnale con nuovi ingressi e si prepara ad alcuni mesi di intenso lavoro per arrivare alla stagione primaverile con importanti iniziative che serviranno all’ulteriore sviluppo del progetto. Il Bollino del Trasimeno, infatti, ha raggiunto un livello di maturazione tale da poter avviare iniziative di marketing territoriale e di commercializzazione i cui dettagli saranno definiti nei prossimi mesi.

Il Bollino, consapevole delle enormi difficoltà che incontra l’Italia nel promuovere i propri marchi e i propri territori (http://www.corriere.it/economia/17_ottobre_28/agroalimentare-italiano-fa-flop-europa-30-progetti-bocciati-solo-3-ok-4c84a37c-bbbf-11e7-b9f3-82f15d252a79.shtml), cercherà di adottare una strategia più orientata all’approccio concreto e operativo al mercato nonché alla sensibilizzazione dell’area geografica di riferimento con la massima apertura ad ogni proposta o richiamo istituzionale, fondamentale per la rapidità con cui è possibile affermare il progetto e ridonare esiti e risultati concreti e fattivi agli aderenti e agli affiliati.

Bollino e Marchio Collettivo di garanzia

Sabato 7 ottobre 2017 - ore 10 30 - Umbriafiere

Una tavola rotonda ed incontri one-to-one per discutere di Bollino di Provenienza del Trasimeno e Marchio Collettivo di garanzia. Questo il programma di sabato 7 ottobre 2017 alle ore 10:30 presso Umbriafiere in occasione di EcoNatura, il Salone del Turismo rurale, stand del Bollino del Trasimeno (in collaborazione con Gal Trasimeno-Orvietano e Fattorie didattiche del Trasimeno).

Il Bollino del Trasimeno apre così un nuovo ambito di lavoro per rendere sempre più effiace la sua azione di sviluppo e crescita a beneficio delle produzioni locali. I mercati col crescere della competitività richiedono sempre più idee e sforzi per valorizzare le provenienze tipiche, come quella del Trasimeno. Così, specialmente le aziende del settore agroalimentare, potranno avere in futuro anche il traino di un marchio collettivo che, grazie al proprio regolamento, consente di operare con grande compattezza e forza ovunque sono collocati i prodotti del territorio.

L’incontro è aperto sia agli aderenti al Bollino sia ai non aderenti che sappiano cogliere le opportunità offerte anche da questa nuova iniziativa.

La Mostra Agricola Artigianale del Trasimeno è l’Ente Gestore del Bollino di Provenienza del Trasimeno.

 

Bilancio della Mostra 2017

Maat 2017

Il convegno regionale “Cambiamento climatico, ricaduta sul nostro territorio” che ha visto il coinvolgimento di Palmiro Giovagnola presidente BCC Umbria, Fernanda Cecchini assessore regionale all’agricoltura, Sergio Batino sindaco di Castiglione del Lago e Francesca Caproni direttore del Gal Trasimeno-Orvietano.
Nel corso del convegno l’assessore Cecchini ha annunciato che sarà istituito un tavolo di confronto con gli operatori del territorio per individuare le possibili iniziative in risposta alla siccità che ha penalizzato moltissime colture, come anche testimoniato da Letizia Tiezzi presidente CIA Trasimeno.
Il convegno è stato introdotto da Cristian Giardini, presidente di MAAT e da Marino Mencarelli, vice presidente il quale ha affermato “quanto importante sia questo momento di confronto che consente di fare un bilancio della stagione agricola e artigianale e permette di riprogettare le iniziative tali da affrontare con maggiore consapevolezza problemi e difficoltà”.
Altri interventi di rilievo, su come intervenire per dare più slancio all’economia locale alla luce della siccità al Trasimeno, quelli di Moreno Giannetti della gestione impianti irrigui e di Aurelio Cocchini della cooperativa pescatori del Trasimeno che si è soffermato anche sull’esigenza di fare più “squadra”.
MAAT è stata anche l’occasione per fare il punto sull’avanzamento del Bollino di Provenienza del Trasimeno, la certificazione con la quale quaranta operatori del territorio si sono riuniti per promuovere in maniera unitaria e più forte un bacino che merita di essere valorizzato nel suo complesso, sia come filiera sia come area.
L’esperienza del Bollino del Trasimeno ha compiuto un anno di vita ed ha già superato le 100mila confezioni di prodotti del settore agroalimentare, e non solo, provenienti proprio dalla zona del lago.
“La mostra di quest’anno ha visto un numero importante di presenze che ci consente di pensare con serenità ed entusiasmo alla prossima edizione che sarà la 45ma e per la quale ci metteremo presto al lavoro” ha concluso il vice presidente MAAT Marino Mencarelli.
La partnership tra BCC e MAAT è in corso da molti anni e ha consentito nel tempo di accompagnare importanti iniziative e riflessioni per sostenere l’economia del territorio lacustre.

6° Convegno Regionale, appuntamento cruciale

Appuntamento fondamentale sabato 9 settembre alle ore 16:00 alla Mostra Agricola Artigianale del Trasimeno (MAAT) a Pozzuolo per affrontare i temi più caldi e urgenti sul tappeto nel settore primario. Interviene il mondo dell’imprenditoria, del credito, dell’associazionismo insieme alle istituzioni. Un momento cruciale per riprogrammare e rilanciare le produzioni locali e tipiche.

sesto convegno regionale maat